L’Opus Sabaudia torna sconfitta dalla trasferta a Catania con l’Aci Castello. I pontini sconfitti in tre set dopo un’ora e mezza di partita. Le parole di Recupito e Rizzardi

Foto Enrico Paoletti

SABAUDIA – L’Opus Sabaudia  torna sconfitta dalla trasferta siciliana in casa del Sistemia Aci Castello. La formazione pontina nonostante una partita lunga e combattuta, esce dal Pala Catania con una sconfitta per 3-0, alla luce di questo risultato la formazione del vice presidente Lino Capriglione dovrà cercare nelle restanti partite i punti pesanti per centrare l’obiettivo salvezza. «È stata una partita complessa, sia al primo e al secondo set siamo partiti sotto tono ma poi abbiamo recuperato. Durante i due set siamo stati sempre due punti sotto, non era una gara facile anche perché conoscevamo molto bene la loro qualità e questo è testimoniato anche dalla posizione in classifica dei nostri avversari – commenta a caldo Recupito, libero del Sabaudia – Abbiamo dato il massimo considerando anche la situazione piuttosto complicata delle condizioni fisiche in cui ci troviamo in questo momento». Con questa vittoria l’Aci Castello sale a 41 punti, in terza posizione (insieme a Tuscania, Lecce e Casarano), dal canto suo Sabaudia resta a 21 punti in decima posizione insieme al Marcianise.
«Eravamo consapevoli di dover affrontare un avversario durissimo, una delle squadre più in forma del girone e soprattutto eravamo consapevoli delle nostre condizioni fisiche tanto che non abbiamo potuto utilizzare Calarco – commenta Miriam Rizzardi, dirigente dell’Opus Sabaudia – ora dovremo lavorare per centrare il nostro obiettivo mettendoci subito alle spalle questa partita arrivata in un momento in cui stavamo giocando praticamente ogni tre giorni e con poco tempo per prepararla».
Nonostante il risultato sia piuttosto netto, la sconfitta in tre set ha visto i pontini particolarmente determinati, tanto che la durata del match ha superato un’ora e trenta minuti di gioco. Cruciale il primo set dove dopo una serie di break contro break le due squadre sono arrivate al 24-24 a quel punto la maggiore qualità dei siciliani è stata decisiva per chiudere 26-24, anche il secondo set è stato ricco di emozioni (è durato mezz’ora) e anche in questo caso l’Aci Castello è riuscito a spuntarla (25-20). Nel terzo set, con i pontini sotto 2-0 l’Aci Castello è riuscita ad archiviare il parziale in 22 minuti legittimando la vittoria con un netto 25-16.
Con 15 totalizzati Lucconi ha fatto la differenza sul campo per l’Aci Castello, supportato da Guarienti (12 punti), mentre per il Sabaudia il miglior realizzatore è stato Zornetta, che ha timbrato 16 volte risultando anche il top scorer dell’intero match.
L’Opus Sabaudia tornerà a giocare domenica prossima (27 Marzo alle ore 18:00), in casa con l’Ottaviano.

Sistemia Aci Castello – Opus Sabaudia 3-0
Sistemia Aci Castello: Cottarelli 5, Zappoli Guarienti 12, Smiriglia 10, Lucconi 15, Gradi 11, Frumuselu 3, Pappalardo (L), Vintaloro 0, Zito (L). N.E. Andriola, Battaglia, Di Franco. All. Kantor.
Opus Sabaudia: Schettino 0, Zornetta 16, Miscione 3, Rossato 4, Ferenciac 3, Tognoni 7, Torchia (L), Meglio (L), Recupito (L), De Vito 0, Conoci 0, Pomponi 5, Palombi 0. N.E. Calarco. All. Saccucci.
ARBITRI: Santoro, Pecoraro.
PARZIALI: 26-24, 25-20, 25-16
NOTE – durata set: 29′, 30′, 22’ (tot: 81)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *